Persona

Sella, Vittorio

Link esterni
Nascita
Luogo:
Biella
Data:
28 agosto 1859
Morte
Luogo:
Biella
Data:
12 agosto 1943.
Wikipedia
Sella&Mosca [https://it.wikipedia.org/wiki/Sella&Mosca]
Vittorio Sella
Attività/mestiere/professione
Qualifica:
fotografo - DILETTANTE
Data:
Fine del XIX - inizio del XX secolo (dal 1879 al 1943).
Biografia / Storia
Figlio di Giuseppe Venanzio, ereditò dal padre la passione per la fotografia e dallo zio Quintino, fondatore del CAI, l'amore per la montagna. Furono questi i due temi dominanti che confluirono in una vastissima produzione fotografica della quale si conservano migliaia di lastre negative e stampe originali. Discreto cultore di pittura di paesaggio e ormai esperto alpinista, a vent'anni si accostò alla fotografia dando inizio a un'accurata opera di rilevazione fotografica dell'intero arco alpino che durò più di quindici anni. Dal 1879 le ascensioni sulle Alpi (del 1888 la prima traversata invernale del Monte Bianco in compagnia del fratello Erminio) e, dall'anno successivo, le spedizioni extra-europee furono anche campagne fotografiche di grande interesse scientifico, oltre a essere l'espressione più alta dell'arte e della tecnica del fotografo. Fu invitato dallo zio Quintino a non partecipare all'Esposizione di Biella del 1882, come pare di capire da una lettera di Quintino Sella all'ing. Braida di Torino datata 29 settembre 1882, al fine di facilitare la vittoria del concorso a Vittorio Besso, che si trovava "in condizioni finanziarie difficili". Ancora oggi essenziale punto di riferimento per società geografiche, cartografi, geologi e, naturalmente, alpinisti, le sue immagini gli valsero importanti riconoscimenti e vari premi, oltre a venire costantemente pubblicate e studiate in Italia e all'estero. I viaggi esplorativi presero il via nel 1889 e si chiusero nel 1909 portando Vittorio Sella a fotografare Caucaso, Alaska, Sikkim, Ruwenzori e Karakorum. Alcune sue spedizioni ebbero luogo al seguito del Duca degli Abruzzi, Luigi Amedeo di Savoia, altre in compagnia del fratello Erminio o del figlio Cesare, oppure con Emilio Gallo. Nel 1910 fece parte della giuria del Concorso di Fotografia Alpina Invernale indetto dalla Sezione del CAI di Biella e dal Touring Club Italiano, e negli anni immediatamente successivi diverse sue immagini furono utilizzate proprio dal TCI per illustrare la campagna contro il disboscamento e il dissesto idrogeologico del territorio italiano. Nel 1925 compì un ultimo viaggio fotografico in Marocco. All'attività fotografica Vittorio Sella affiancò l'impegno professionale prima nel lanificio di famiglia poi nell'azienda vinicola "Sella & Mosca" da lui fondata ad Alghero (Sardegna) col fratello Erminio e con il cugino Edgardo Mosca nel 1902. Fino alla fine della sua vita si dedicò alla ristampa e alla reinterpretazione dei suoi negativi per soddisfare la committenza e il suo desiderio di ottenere effetti di sempre maggior impatto estetico. Tra le mostre più recenti a lui dedicate si ricordano quella allestita presso la F.S. nel 2003 dal titolo "Vittorio Sella in Sikkim", quella al MART intitolata "Montagna: arte, scienza, mito" nel 2003-2004 e la recente "Paesaggi verticali: la fotografia di Vittorio Sella 1879-1943", ospitata dalla Galleria d'Arte Moderna di Torino.
Luoghi di attività
Luogo:
Biellese, Giappone, Cina.
Bibliografia
Pubblicazioni: Sella V., Hautes Alpes. Catalogue de Photographies. Annees 1880-1896, Biella 1897; CAI 1898; Sella V., Haute Caucase. Collection de Photographies, Biella 1902; "Il Progresso Fotografico", XIV, 1907; Il Ruwenzori: viaggio di esplorazione e prime ascensioni delle più alte vette nella catena nevosa situata fra i grandi laghi equatoriali dell'Africa centrale, relazione del dr. Filippo De Filippi illustrata da Vittorio Sella, Milano 1908; Il bosco, il pascolo, il monte, Milano 1911; Di Tella G., Il bosco contro il torrente, Milano 1912; CAI 1927; Ramella C., Vittorio Sella, in "Annuario del Club Alpino Italiano. Sezione di Biella", 1945; Milner C., Mountain Photography: Its Art and Technique, in "Britain and Abroad", London-New York 1945; Adams A., Vittorio Sella: An Intensity of Seeing, Majesty and Mood, in "Sierra Club Bulletin" 1946; Michieli A., Un maestro della fotografia alpina: Vittorio Sella, in "Le vie d'Italia. Rivista mensile del Touring Club Italiano", n° 8, agosto 1947; Clark R., The Splendid Hills. The Life and Photographs of Vittorio Sella 1859-1943, London 1948; Michieli A., Un grande studioso della montagna: Vittorio Sella, Estratto degli Atti dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia 1948; Biella Manchester d'Italia, rivista tecnica (numero unico), Biella 1953; Milner C., A Century of Alpine Photography, in "The Alpine Journal", vol. 62, n° 295 Alpine Centenary issue 1957; Dal Caucaso all'Himalaya, 1889-1909: Vittorio Sella fotografo, alpinista, esploratore, Milano 1981; Miraglia M., Note per una storia della fotografia italiana (1839-1911), in Storia dell'arte italiana: grafica e immagine, II, Illustrazione fotografica, Torino 1981; Vittorio Sella, Fotografie e montagna nell'Ottocento, a cura di Fontana C., catalogo della mostra del Museo Nazionale della Montagna "Duca degli Abruzzi", Cahier Museomontagna n. 20, Ivrea 1982; Fotografi biellesi in Sardegna tra fine Ottocento e primi Novecento, a cura di Gentile D., Biella 1994; GARIMOLDI 1995; Summit, Vittorio Sella, Mountaineer and photographer, the Years 1879-1909, New York 1999; La fabbrica e la sua immagine: cento anni di fotografia dell'industria biellese, a cura di Lanzardo L., Biella 2001; Dragone P., Pittori dell'Ottocento in Piemonte: arte e cultura figurativa 1830-1865, Torino 2001; Sella L., Le immagini fotografiche nei fondi archivistici della Fondazione Sella, in DOCBI 2003; Paesaggi verticali: La fotografia di Vittorio Sella 1879-1943, Torino 2006; Vachino G., Palestra di fotografia, in DOCBI 2006; Bosazza A., CAI: notizie e immagini dalla terra di Quintino, in R.B. ottobre 2013.

Fonti e bibliografia: Ramella C., Vittorio Sella, in "Annuario del Club Alpino Italiano. Sezione di Biella", 1945; Milner C., Mountain Photography: Its Art and Technique, in "Britain and Abroad", London-New York 1945; Adams A., Vittorio Sella: An Intensity of Seeing, Majesty and Mood, in "Sierra Club Bulletin" 1946; Michieli A., Un maestro della fotografia alpina: Vittorio Sella, in "Le vie d'Italia. Rivista mensile del Touring Club Italiano", n° 8, agosto 1947; Clark R., The Splendid Hills. The Life and Photographs of Vittorio Sella 1859-1943, London 1948; Michieli A., Un grande studioso della montagna: Vittorio Sella, Estratto degli Atti dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia1948; Milner C., A Century of Alpine Photography, in "The Alpine Journal", vol. 62, n° 295 Alpine Centenary issue 1957; Cecioni E., Alpinismo italiano extraeuropeo, in 1863-1963 I cento anni del Club Alpino Italiano, Milano 1964; Dal Caucaso all'Himalaya, 1889-1909: Vittorio Sella fotografo, alpinista, esploratore, Milano 1981; Miraglia M., Note per una storia della fotografia italiana (1839-1911), in Storia dell'arte italiana: grafica e immagine, II, Illustrazione fotografica, Torino 1981; Vittorio Sella, Fotografie e montagna nell'Ottocento, a cura di Fontana C., catalogo della mostra del Museo Nazionale della Montagna "Duca degli Abruzzi", Cahier Museomontagna n. 20, Ivrea 1982; Costantini P. - Zannier I., 150 anni di fotografia in Italia: un itinerario, Roma 1989; Miraglia M., Culture fotografiche e società a Torino 1839 - 1911, Torino 1990; Fotografi biellesi in Sardegna tra fine Ottocento e primi Novecento, a cura di Gentile D., Biella 1994; GARIMOLDI 1995; Summit, Vittorio Sella, Mountaineer and photographer, the Years 1879-1909, New York 1999; Dragone P., Pittori dell'Ottocento in Piemonte: arte e cultura figurativa 1830-1865, Torino 2001; E.B. 24 marzo 2003; Sella L., Le immagini fotografiche nei fondi archivistici della Fondazione Sella, in DOCBI 2003; Paesaggi verticali: La fotografia di Vittorio Sella 1879-1943, Torino 2006; Grosso C. - Craveia D., Genealogie di fotografi, in DOCBI 2006; Vachino G., Palestra di fotografia, in DOCBI 2006; Frozen in time: the mountain photography of Vittorio Sella, Roma 2008.

 
Archivi
Archivio: F.S. Alcune fotografie sono presenti nell'archivio del TCI a Milano, altre si trovano in MdM, presso MdC, all'AMC di Boston, alla National Geographical Society di Washington e all'Alpine Club di Londra.

 

Relazioni

Documento

Persona

Ente

Luoghi

Continua la ricerca attivando i filtri

Soggetti: